Ove Il Mio Io Cadrà​.​.​.

by Locus Animae

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

1.
06:34
2.
3.
4.
06:48

credits

released January 1, 2013

tags

license

all rights reserved

about

Locus Animae Novara, Italy

contact / help

Contact Locus Animae

Streaming and
Download help

Track Name: Uomo Primo
Rivendicheremo le nostre vite
E la nostra supremazia
Un nuovo mondo sta per rinascere
Il nostro istinto ci indicherà la via...

Nato nell'ombra dell'incertezza governi l'infinito
Portatore di luce ed oscurità manipoli le tue creazioni

Nell'ultimo ciclo
Sogno vendetta

Un piccolo passo ci separa da te
Oh infinito raggio di sole
Che doni calore ma togli il respiro

Senza pietà per i tuoi figli

Ciclo di vita e di morte ti dona la forza mio dio
Schiavi della tua immortalità
Impassibile ci osservi nella nostra debolezza
E sorridi, guardandoci cadere

La terra, il vento, le fiamme, la luce
Create per un unico scopo
Travolto e trafitto dal grande tiranno
Che sogna con la nostra mente

Il primo respiro di una nuova vita
L'ultimo sospiro del vecchio che muore Gli occhi che osservano calmi e pacati
E un vacuo sorriso s'accende…

Nel buio dell'Anima
Il mio risveglio giace
Nascosto come il nostro potere
Il suo potere

Celato nel nostro io
Il segreto della creazione
Costruiremo il nostro destino
Rinasceremo come Dei!

Una grande bianca torre di luce e di ombre si staglia davanti a noi La perfezione dell'infinita creazione dell'essere

La consapevolezza...

Il bene, il male, la fine, l'inizio, la vita, la morte non hanno più senso
La luce, le ombre una cosa sola, il tempo è ormai giunto

L'Uomo Primo giaceva freddo

Ciclo di vita e di morte ci dona la forza dell'Uomo Primo
Non più schiavi ma padroni della nostra ragione
Dall'alto della nostra supremazia ora osserviamo
La nostra caduta ci ha fatto rinascere in te...

Una nuova consapevolezza nelle nostre menti
Il respiro divino permeava l'intero universo
I nuovi artefici della creazione ormai
Erano i creati...

Ogni singola parte generava
Ogni singolo uomo era madre
L'Uomo Primo siamo sempre stati tutti noi

E alla fine del tempo, ora
Un nuovo inizio ci riporta alla realtà
La vera realtà

Che finalmente ci rende artefici del nostro destino…
E del nostro futuro...
Track Name: Condannato A Nuova Vita
Il fiume scorreva impetuoso
E la mia Anima con lui
Quindici petali di rosa
Rossa come il sangue del mio infranto cuore

Urla strazianti grida di dolore
Tetri paesaggi diventati rifugi
D'un'Anima affranta rinchiusa e perduta
In un corpo ormai senza età

La pioggia lava via il mio dolore
La nostalgia ormai è la mia dimora
La tentazione oscura trasforma il mio soffrire
E mi trascina verso il nulla...

Lo sguardo si posa sul verde dei campi
Oscurati dalla notte nera
Il lento respiro il tempo che sembra
Finire ormai come la fragile vita d'un uomo

Accecato cammino seguendo la strada
L'istinto mi porta per mano
L'odore di sangue sfuma piano piano
Nei miei occhi il mio spirito giace

La pioggia lava via il mio dolore
La nostalgia ormai è la mia dimora
La tentazione oscura trasforma il mio soffrire
E mi trascina verso il nulla...

Ricordi strazianti di una vita passata
Urla che infrangono il cuore
I pianti e i lamenti divorano la mia mente
Senza pietà

Ritrovato in un corpo ormai non più mio
Mi risveglio nel freddo inverno
La neve mi rende insensibile al mondo
I miei bianchi occhi mi osservano vuoti

Vermi affamati mi feriscono
Assaporano la mia paura
Cammino silenzioso
E svanisco nel vortice del tempo...

La pioggia lava via il mio dolore
La nostalgia ormai è la mia dimora
La tentazione oscura trasforma il mio soffrire
E mi trascina verso il nulla

Osservo frammenti di vetro che
(E con i miei occhi ti osservo)
Riflettono il mio passato e
(Mentre il tuo bagliore si spegne pian piano)
Perduto, non mi riconosco più
(Mentre ti prepari per il tuo riposo)
È la mia condanna ad un nuovo futuro!
Track Name: Come Pioggia...
Vedo una luce lontana spegnersi
Mentre mi adagio e ti guardo da lontano
Prego aspettando un perdono...
Mentre le mie lacrime cadono Come Pioggia

Una fitta neve bianca cade su di me
E un cielo senza nuvole mi culla piano piano
Solo, destinato a tramontare...
In un mondo ormai privo di giustizie

Un forte vento mi travolge e mi trascina
Spingendomi via, mentre cerco di restare
Lo sguardo severo della pallida luna
Spinge ad abbandonarmi al torpore del mattino

Il mio sangue sporca la candida neve
Il mio viso si tinge di bianco
Apro gli occhi e tu mi osservi da lontano
Mentre sento una voce chiamare il mio nome

Svegliati…

Le mie lacrime si confondono
Nella vastità dell'oceano
Mentre il mio essere si spegne
Sotto al nobile respiro della notte

La volta celeste mi chiude in una morsa,
Mentre un astro sfiora il mio corpo
Sento il suo calore sulla mia pelle,
Mentre una scintilla nel mio essere s'accende

Il mio cuore torna a battere,
Quando la nebbia si dissolve
E mi sento strappare
Al freddo abbraccio della neve

Solo, mi risveglio,
Perso in una radura ostile
Dove la notte sembra infinita,
E un raggio di luna mi riscalda...

Solo in un luogo senza tempo in cerca di un segnale
Che ne sarà della mia esistenza?
Perso in un angolo dell'infinito
Vago tra le lande guidato dalle stelle

Astri, invoco il vostro aiuto
Trasformate la mia vita
In ciò che i miei occhi vogliono vedere

Gli alberi creano un labirinto,
Il verde delle piante mi mostra la via
I miei occhi intravedono un fioco
Bagliore che mi spinge a continuare

Continuo a vagare solo e disperso
Continuo a sentire la voce
La luce scompare nel nulla
E vengo risucchiato in un vortice di morte

Intravedo ombre del mio passato, le lacrime che ho versato,
Le stagioni che ho attraversato e il tempo che ho sprecato

Il riflesso di me stesso in un luogo mai esistito...
(Mi scruta mentre cerco di muovermi e svegliarmi)
Fede e speranza, inutili finzioni
(Che volano e svaniscono insieme al mio Ego)

Solo in un luogo senza tempo in cerca di un segnale
Che ne sarà della mia esistenza?
Continuo a camminare in cerca della via
Ma un eco sopraggiunge e mi trattiene

Apro gli occhi e tu non ci sei più
Un mare di stelle mi opprime....

Solo, disteso sopra un manto di neve
Non sento più il mio corpo
La mia essenza vuole fuggire
E spinge, e io non la fermo

Con fatica respiro
E libero il mio spirito
Non ho più la forza di resistere
Le mie fredde lacrime cadono Come Pioggia

Un forte vento mi travolge mi trascina
E mi seppellisce sotto a un cumulo di neve
Seppellito come un brutto ricordo
Dimenticato, nei meandri della mente

Vedo una luce lontana spegnersi
Mentre mi rassegno, e cerco la pace
Una pace che mi lascia solo In balia dell'infinito

Abbandono questo posto
Solo, come in principio
Mentre la tua mano si posa
Sui miei occhi e li chiude

Mentre la tua voce intona un canto
Che mi accompagna verso la fine...

Lentamente, abbandono ciò che è stato
Pieno di rimpianti e paure
La mia voce cerca di riportarti qui
Ma ormai la mia lingua urla solo il silenzio

Un silenzio che mi accompagna
Verso la pace dell'oblio
Fredde mani, mi strappano alla vita
E il tempo scandisce il mio giudizio...
Track Name: Locus Animae
Il suono melodioso di un canto lontano
Sprigiona ricordi nella mia mente
In un remoto angolo, senza aria né luce
Ritrovo la mia calma e solitudine

Attorno a me il silenzio dipinge
Un ambiente vuoto e desolato
Ed il mio essere tormentato
Si acquieta, dopo tempo immemore...

Una traccia di paradiso mi regala la pace
(Inerme mi accascio su questa malaterra)
Mentre steso su un prato rimembro il mio tempo
(Che sento estranea, ma così vicina)
Una farfalla si posa su un fiore e mi osserva
(E l'illusione copre ogni mio dolore)
E cerco di seguirla, intrappolato in me stesso
(È dunque questo il mio destino?)

Questo è il luogo dell'Anima il luogo dove il mio io cadrà
Perso nel luogo dell'Anima dove calmo riposo in eterno

Una cascata di lacrime scorre su me
Ma svanisce, come un breve respiro
Una brezza leggera trasporta i miei lamenti
Ed essi si dissolvono, in un battito d'ali

I miei occhi scrutano l'orizzonte
E intravedo me stesso
Solo, nel passato e nel futuro
Destinato a rimanere vuoto per l'eternità...

Ma una traccia di paradiso mi regala la pace
(Stanco, il guerriero prova a rialzarsi)
E cerco di cancellare ogni mio ricordo
(Ma invisibili tentacoli lo risucchiano)
Una farfalla si posa su un fiore osservandomi
(In un'oscura voragine, che cattura ogni cosa)
E il mio animo vorrebbe fuggire come lei
(Ma conforta, e ti culla, come il grembo di una madre...)

Questo è il luogo dell'Anima il luogo dove il mio io cadrà
Perso nel luogo dell'Anima dove calmo riposo in eterno
Perso nel luogo dell'Anima, solo in mezzo ad un freddo oceano
Vasto quanto l'infinito, calmo come le sue acque